Mangiare in gravidanza: lo fai correttamente?

ALIMENTARSI IN MODO SANO ED EQUILIBRATO IN GRAVIDANZA E’ IMPORTANTE PER LA SALUTE DELLA MAMMA E DEL BAMBINO IN ARRIVO

Il primo passo verso una corretta alimentazione è la scelta di ciò che si mangia. E’ quindi consigliabile evitare cibi troppo grassi e pasti troppo abbondanti e favorire pasti o spuntini più frequenti ma meno abbondanti. In questo modo si assicura alla mamma e al nascituro il giusto apporto nutritivo, preservando costantemente lo stato di salute di entrambi.

I DESIDERI E LE VOGLIE ALIMENTARI VANNO SODDISFATTE.
Durante la gravidanza è possibile avere desideri o voglie alimentari da soddisfare. E’ giusto concedersi lo sfizio e soddisfare il desiderio di cibo, ma è sempre meglio farlo in maniera intelligente, facendo attenzione a ciò che si mangia ed evitando cibi troppo calorici e ricchi di conservanti come snack e merendine, patatine, o cibi con elevate quantità di zuccheri.

Caramelle e dolci vari calmano l’attacco di fame improvvisa ma il loro effetto è breve, dopo poco tempo la fame ritorna.

L’IMPORTANZA DEI CIBI CHE CONTENGONO ACIDO FOLICO.
L’acido folico in gravidanza si consiglia per la prevenzione di gravi malformazioni come la spina bifida, è quindi importante incrementare le riserve di acido folico. Insieme ad un opportuno integratore, si possono prediligere alcuni alimenti che sono ricchi di acido folico, come le verdure a foglia verde, i legumi, le arance e le fragole.

CIBI CONSIGLIATI

  • Frutta e Verdura:  sono ricche di vitamine e Sali minerali importanti per il benessere e per la crescita del bambino ed  aiutano ad incrementare i livelli di acido folico.
  • Carne: ottima fonte di ferro fondamentale in gravidanza, da consumarsi ben cotta soprattutto se non si è immuni alla toxoplasmosi.
  • Uova: importanti per l’apporto di proteine, da consumarsi esclusivamente cotte.
  • Legumi: importanti perché integrano il ferro ed incrementano l’apporto di acido folico, molto consigliate le zuppe.
  • Cereali: garantiscono un importante apporto di fibre importanti per il transito intestinale.
  • Olio extravergine: aiuta l’apparato digerente riducendone l’acidità e aiuta il transito intestinale.
  • Acqua: fondamentale per l’idratazione della mamma, per il liquido amniotico e in vista dell’allattamento.
  • Latte e latticini: indispensabili per l’apporto di calcio, da consumare solo se pastorizzati.

CIBI DA LIMITARE:

  • Zuccheri: durante la gravidanza il metabolismo degli zuccheri viene modificato, ridurre l’apporto di zuccheri semplici riduce il rischio di diabete gestazionale e l’eccessivo aumento di peso.
  • Bibite gasate: contengono zuccheri e rappresentano quindi una minaccia per l’innalzamento della glicemia e l’insorgenza del diabete gestazionale.
  • Il Sale: provoca ritenzione idrica e ristagno dei liquidi nei tessuti.
  • Insaccati: sono alimenti crudi che possono quindi contenere batteri pericolosi o essere causa di toxoplasmosi, se non si è immuni.
  • Caffè: caffè e bevande che contengono caffeina vanno limitate, si consigliano massimo due caffè al giorno.
  • Fritti: alimenti troppo grassi e altamente calorici , difficili da digerire.
  • Pesce: consigliato per l’apporto di omega 3 (importanti per lo sviluppo celebrale del feto), bisogna però scegliere quello a basso contenuto di mercurio, come salmone, trota, sardine.

CIBI DA EVITARE:

  • Pesce e carne cruda: sconsigliati in quanto potrebbero essere causa di intossicazioni alimentari e toxoplasmosi (nel caso della carne).
  • Alcolici: da eliminare totalmente, anche piccole quantità di alcool possono essere causa di gravi danni al feto.
  • Uova crude: pericolose in quanto rappresentano un possibile veicolo per la salmonella.
  • Frutti di mare: da evitare perchè potrebbero essere inquinati e quindi causa di patologie come le gastroenteriti.
  • Dolcificanti: sono alimenti di origine artificiale, anche quelli contenuti nelle bibite light.
  • Formaggi non pastorizzati: possono essere causa di listeriosi e causare danni al feto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *