Caricamento...



GUIDA ALLE ANALISI

L.A.C. SRL
Laboratorio Analisi Cliniche

Per effettuare un corretto prelievo è importante prestare attenzione ad alcune regole perché fattori come digiuno, dieta, farmaci assunti ed esercizio fisico possono influenzarne i valori. Il paziente, prima di sottoporsi ad un’indagine di laboratorio è tenuto ad informarsi in anticipo su modalità e norme da attuare per la preparazione agli esami di laboratorio. Nel caso che il paziente non fosse in possesso di tutte le informazioni necessarie, può rivolgersi alla Segreteria del Laboratorio, che fornirà adeguate informazioni sulle modalità di prelievo e istruzioni su quelle tipologie di esami che richiedono adeguate e specifiche norme di preparazione.

  • Quali accorgimenti bisogna adottare prima del prelievo?
  • Quali sono le procedure preliminari per tutti coloro che si recano in laboratorio ?
  • Come si possono ritirare i referti degli esami?
  • Come si raccolgono i campioni per gli esami specifici?
Quali accorgimenti bisogna adottare prima del prelievo?
  • Il prelievo ematico, di norma va eseguito rispettando il digiuno dalla sera precedente;
  • Diversi farmaci, o terapie specifiche, possono dare luogo ad interferenza pertanto si consiglia di dichiarare sempre eventuali terapie farmacologiche seguite e, qualora fosse necessario doverle interrompere per effettuare le analisi il paziente è tenuto a consultare in ogni caso sempre per primo il proprio Medico Curante.
Quali sono le procedure preliminari per tutti coloro che si recano in laboratorio ?

Le operazioni preliminari applicate a tutti i pazienti che si recano presso il Laboratorio Analisi per prelievi ed altri esami si possono suddividere in:

  • Staccare il numeretto dall’elimina-code posto all’ingresso del laboratorio e attendere in sala il proprio turno per l’accettazione;
  • I pazienti saranno chiamati dalla segretaria in ordine progressivo di arrivo, fatta eccezione per quei pazienti che per motivi gravi o per gravidanza usufruiscono del diritto alla precedenza;
  • Al proprio turno ciascun paziente deve presentare in segreteria la ricetta correttamente compilata dal medico e la tessera sanitaria;
  • La segretaria chiederà al paziente di firmare l’autorizzazione per la privacy e procederà quindi con l’inserimento dei dati personali, al termine del quale consegnerà al paziente il modulo di ritiro dei referti;
  • Dopo l’accettazione si prega di attendere in sala d’attesa la chiamata del medico, quindi recarsi in sala prelievi;
  • Dopo il prelievo ciascun paziente si può servire della colazione offerta gratuitamente dal Laboratorio ed è pregato di attendere cinque minuti in sala d’attesa prima di andare via.
Come si possono ritirare i referti degli esami?

I risultati delle indagini diagnostiche possono essere ritirati, nella data e negli orari indicati nel modulo di ritiro, consegnato al paziente al momento dell’accettazione.

Qualora il paziente fosse impossibilitato a ritirare i referti negli orari di consegna è pregato di comunicarlo al momento dell’accettazione, in modo da concordare con la segreteria un orario diverso che venga incontro alla specifica necessità.

I referti di norma sono consegnati solo all’Utente stesso, previa dimostrazione della sua identità, o ad altra persona delegata per iscritto dall’Utente. L’Utente è tenuto ad esibire il tagliando di accettazione ricevuto all’atto del ritiro.

Nel caso in cui il referto richieda particolare riservatezza, per la natura dell’esame (es.hiv o test di gravidanza), sarà consegnato esclusivamente al paziente in busta chiusa sigillata.

I risultati non possono essere comunicati per telefono; in caso di reale necessità possono essere comunicati al Medico Curante, solo dopo avere accertato la sua identità.

Come si raccolgono i campioni per gli esami specifici?

ESAME URINE COMPLETO: Raccogliere un campione delle prime urine della mattina, salvo diversa indicazione del medico curante. E’ necessario utilizzare l’apposito contenitore reperibile gratuitamente presso il nostro laboratorio o in farmacia.

RACCOLTA URINE DELLE 24 ORE: Utilizzare il contenitore 24 ore reperibile in farmacia. Modalità di raccolta: all’ora stabilita (es. ore 8:00) si deve svuotare completamente la vescica e gettare le urine; quindi raccogliere con attenzione tutte le urine emesse per le 24 ore successive (nell’es. fino alle ore 8:00 del giorno successivo). E’ consigliabile bere almeno 2 litri d’acqua e indicare sul campione la diuresi, il peso, l’altezza, l’età.

RACCOLTA URINE PER IDROSSIPROLINA: Nei tre giorni precedenti la raccolta delle urine, seguire una dieta priva di:collagene, carne e derivati, estratti di carne, brodo, pesce, gelati, dolci. Si esegue sulle seconde urine del mattino a digiuno. Evitare di bere, mangiare o fumare dalle ore 23:00 della sera precedente l’esame. Raccogliere nell’apposito contenitore 24 ore reperibile in farmacia le urine e indicare sul campione la diuresi, il peso, l’altezza, l’età.

CLEARANCE CREATININA e/o AZOTEMIA: Utilizzare il contenitore 24 ore reperibile in farmacia. Modalità di raccolta: all’ora stabilita (es. ore 8:00) si deve svuotare completamente la vescica e gettare le urine; quindi raccogliere con attenzione tutte le urine emesse per le 24 ore successive (nell’es. fino alle ore 8:00 del giorno successivo). E’ consigliabile bere almeno 2 litri d’acqua e indicare sul campione la diuresi, il peso, l’altezza, l’età e recarsi con le stesse in laboratorio a digiuno da almeno 5-6 ore per sottoporsi ad un prelievo di sangue.

URINOCOLTURA: Per un’accurata urinocoltura è necessario procedere ad un’accurata pulizia dei genitali esterni (lavarsi con abbondante acqua). Va scartata la prima parte dell’urina emessa mentre la successiva va raccolta nell’apposito contenitore sterile che va rapidamente chiuso. Nei neonati le urine vanno raccolte in appositi sacchetti di plastica adesivi sterili che vanno applicati facendo aderire alla regione pubica ove vanno lasciati per non più di 40/45 minuti. Se la minzione non è avvenuta in questo tempo, il sacchetto va sostituito con un altro dopo aver provveduto al lavaggio dei genitali esterni. L’urina così raccolta va versata in un contenitore sterile oppure si richiude accuratamente il sacchetto e si consegna subito in laboratorio. Terapie antibiotiche e chemioterapiche possono interferire sull’esito dell’esame; quest’ultimo pertanto dovrà essere eseguito dopo almeno 5-7 giorni dal termine della terapia.

PROVA DELLA DILUIZIONE: Urinare e raccogliere tutta l’urina; quindi bere un litro d’acqua in circa un quarto d’ora. Da tale momento il paziente deve urinare ogni ora per 4 ore e raccogliere ogni volta l’urina in un contenitore diverso reperibile gratuitamente presso il nostro laboratorio o in farmacia. I contenitori devono essere numerati. Durante la prova il paziente deve restare in assoluto riposo.

PROVA IMMUNOLOGICA DI GRAVIDANZA: Consente una diagnosi attendibile circa 7 giorni dopo la data della mancata mestruazione (in rapporto alla concentrazione di gonadotropine corioniche che iniziano ad essere presenti dopo il concepimento). Raccogliere in un contenitore monouso le prime urine del mattino.

ESAME DEL LIQUIDO SEMINALE: L’esame va eseguito tra il terzo e il quinto giorno di astinenza, con il prelievo del materiale biologico in un contenitore sterile. Fare attenzione a raccogliere tutto il liquido seminale: la perdita di una piccola quantità iniziale o finale può pregiudicare il test anche in maniera notevole. Consegnare il campione al laboratorio entro 30 minuti. Si consiglia di prenotare l’esame presso la Segreteria, la quale fornirà una lista dettagliata di tutti gli accorgimenti da seguire al fine di garantire la corretta esecuzione dell’esame.

SCOTCH TEST: Applicare la notte nella zona perianale dello scotch adesivo trasparente. Lasciare lo scotch in sede e poi trasferirlo su un vetrino (reperibile presso il laboratorio). Riconsegnare il vetrino in accettazione. E’ consigliabile ripetere il test in 3 giornate.

MODALITÀ’ DI RACCOLTA DELLE FECI: Per l’esame delle feci completo, per la ricerca di parassiti e per la coprocultura è necessario raccogliere le feci in appositi contenitori sterili reperibili gratuitamente presso il nostro laboratorio o in farmacia. E’ consigliabile raccogliere un campione del primo mattino, in alternativa è possibile consegnare feci del giorno prima conservate in frigorifero.

RICERCA PARASSITI E LORO UOVA NELLE FECI: Il campione da esaminare deve essere consegnato al laboratorio al massimo entro 2-3 ore dall’emissione e raccolto in opportuni contenitori sterili reperibili gratuitamente presso il nostro laboratorio o in farmacia. Per la ricerca di ossiuri, oltre ad un campione di feci è necessario eseguire uno “Scotch Test”; il laboratorio fornisce un vetrino su cui si farà aderire il nastro adesivo.

RICERCA DI SANGUE OCCULTO: La ricerca si effettua su un campione di feci del mattino raccolte nell’apposito contenitore reperibile in farmacia e, possibilmente, ripetuto in 3 giornate. Si consiglia di: evitare il consumo di carni poco cotte, verdure che possano contenere ferro (spinaci, carciofi etc.) di non eseguire il test durante la terapia con antinfiammatori (che potrebbero danneggiare la mucosa dello stomaco con conseguente fuoriuscita di sangue), infine, di spazzolare i denti con delicatezza per evitare il rischio di sanguinamenti gengivali.

COPROCOLTURA: Il campione da esaminare deve pervenire al laboratorio il prima possibile. Per eseguire il test è sufficiente raccogliere il campione con l’apposita palettina inserita nel contenitore sterile reperibile in farmacia.

laboratorio-analisi-cliniche-logo-bianco2
© 2018 L.A.C.
LABORATORIO ANALISI CLINICHE
Partita Iva 02093200927
Privacy Policy

News